HomeSorrisi e bellezzaFaccette dentali: per migliorare l’estetica del sorriso

Faccette dentali: per migliorare l’estetica del sorriso

Le faccette dentali, chiamate anche veneers, sono protesi sottilissime che si applicano con tecniche adesive sulla superficie esterna del dente. Per quanto non siano l’unico trattamento odontoiatrico valido a migliorare l’estetica del sorriso, in specifiche situazioni cliniche rappresentano lo strumento più adatto a correggere tutti i difetti di forma, posizione e colore dei denti in breve tempo.

Le faccette dentali non possono essere considerate una soluzione curativa, poiché la loro applicazione non richiede la riduzione della sostanza dentale e, per questo motivo, il loro utilizzo non è indicato per la risoluzione di problematiche diverse da quelle estetiche.

Faccette dentali: cosa sono?

Le faccette estetiche dentali sono sottili gusci in ceramica o in composito, di spessore simile a una lente a contatto (mediamente di poco inferiore al millimetro, fino ad arrivare a 0,3/0,5 decimi di millimetro).

L’applicazione delle faccette dentali permette non solo di migliorare sensibilmente l’estetica del sorriso, ma anche di recuperare la funzionalità masticatoria con un risultato naturale.

faccette dentali estetiche
Applicazione di faccette dentali estetiche

Quando è indicata l’applicazione di faccette dentali estetiche?

Le faccette dentali sono indicate in caso di:

  • denti resistenti allo sbiancamento, oppure quando il dente ha una colorazione particolarmente discromica (alterazione del colore dei denti), che può verificarsi, per esempio, se sono stati assunti, durante la fase formativa dei denti, particolari antibiotici come le tetracicline;
  • importanti alterazioni morfologiche, ossia quando sussistono alterazioni di forma e dimensione dei denti (come nel caso di denti conoidi), oppure quando bisogna modificare la forma di denti che si trovano in una posizione atipica (come nel caso di canini che prendono il posto dei laterali nei casi di agenesia, cioè l’assenza di uno o più denti permanenti);
  • denti con ricostruzioni estese da eseguire o da sostituire perché usurate o vecchie.

💡 Curiosità: triangolo nero

È molto frequente che si ricorra alle faccette dentali in caso di inestetismi dovuti ad alterazioni morfologiche degli elementi dentari.

Sapevi che, quando i denti hanno una forma particolarmente triangolare, generano uno spazio vuoto e scuro chiamato triangolo nero? Il nome, infatti, fa riferimento a uno spazio che si crea a causa della forma dei denti e che risulta scuro poiché dietro a questa zona vi è il buio della cavità orale!

faccette dentali

Denti piccoli o corti: si possono correggere con le faccette dentali?

Alcuni individui possono avere denti corti o denti più piccoli del normale: a volte i denti sono talmente piccoli da somigliare a quelli da latte! Questa condizione viene definita microdonzia dei denti, causata, solitamente, da una condizione genetica, o perché i denti risultano abrasi o fratturati nella loro porzione visibile.

La microdonzia non si manifesta sempre nello stesso modo e, infatti, non sempre coinvolge ogni dente: nella maggior parte dei casi solamente uno dei denti risulta più piccolo e corto.

In presenza di queste caratteristiche si può procedere con l’allungamento dei denti grazie alle faccette estetiche, che potranno modificare dimensione, forma e colore, rendendo il dente il più naturale possibile.

Le faccette dentali rovinano i denti?   

Uno degli aspetti più affascinanti e innovativi di una soluzione estetica e non invasiva come le faccette riguarda proprio il loro impatto sui denti: la preparazione dentale, infatti, è sempre molto superficiale, ossia riguarda solamente lo smalto dei denti, che, come è noto, ne costituisce la parte più esterna.

Nei casi di ricostruzione in additiva (cioè, solo per aggiunta di materiale), per esempio, il dente non viene praticamente intaccato. Fino a pochi anni fa la preparazione del dente richiedeva un approccio decisamente più aggressivo, con la necessità di rimuovere circa 1,5 mm di tessuto dentario; oggi, invece, grazie ai materiali a disposizione e alle moderne tecniche adottate, è possibile ricorrere a un approccio più conservativo, ovvero più delicato e rispettoso delle strutture dentali.

Inoltre, grazie alla tecnica del Digital Smile Design®, è possibile effettuare un’analisi preliminare del sorriso, studiarlo e valutare modifiche e migliorie da apportare al singolo caso specifico, in accordo con le esigenze del paziente. Questa procedura, infatti, prevede lo scatto di una serie di fotografie, intraorali ed extraorali, necessarie per simulare un sorriso armonioso: questo rende possibile visualizzare in anteprima il risultato finale, sia al computer sia direttamente nella bocca e notare come l’impatto delle modifiche sulla micro estetica dentale influenzino la macro estetica nel contesto del volto del paziente. L’intero processo si svolge senza toccare in alcun modo i denti del paziente ed è completamente reversibile.

Anche la tecnica di preparazione dei denti è da considerarsi poco invasiva, poiché guidata interamente dal mock-up, cioè dal sistema di previsualizzazione: questo consente di procedere tramite preparazioni calibrate del tessuto dentale, risparmiandone quanto più possibile. Il miglioramento dei sistemi di adesione allo smalto, poi, ha aumentato la predicibilità del risultato e la sua durata nel tempo.

Come sono fatte le faccette dentali?

I materiali utilizzati per la realizzazione delle faccette dentali sono prevalentemente due:

  • il composito, materiale ottenuto con una pasta malleabile e in grado di aderire al dente in modo spontaneo (è il materiale che si usa per le otturazioni bianche), più economico e flessibile;
  • la ceramica, più resistente e stabile nel tempo.

Le ceramiche utilizzate per la realizzazione delle faccette estetiche possono essere di tipologie differenti, ognuna delle quali richiede processi di lavorazione specifici, pertanto, sarà compito dell’odontoiatra e dell’odontotecnico selezionare la ceramica più idonea per il caso specifico.

Estetica dentale e ortodonzia: esiste un legame?

I trattamenti di estetica dentale spesso vengono progettati ed eseguiti tramite l’intervento di più figure professionali, che lavorano in maniera coordinata per produrre il risultato finale.

La collaborazione tra professionisti mira principalmente a perfezionare l’aspetto estetico del trattamento iniziale: possono essere richieste svariate procedure, dalle più semplici, come nel caso dello sbiancamento, a interventi più complessi, che richiedono l’utilizzo della terapia ortodontica per migliorare la posizione dei denti e raggiungere il risultato estetico desiderato dal paziente.

Talvolta la complessità del trattamento richiede la collaborazione di un team di specialisti altamente qualificato: in questi casi l’ortodontista può assumere il ruolo di leader del team, garantendo un attento coordinamento della terapia multidisciplinare.

🔍 APPROFONDISCI

Approfondisci l'argomento navigando tra i TAG

Scarica subito gratis i 2 opuscoli dedicati al tema 
“Ortodonzia bambini" e "Ortodonzia teen e adulti"!

Gli Esperti in Ortodonzia FACExp ti spiegano come prenderti cura della salute orale tua e del tuo bambino.

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e di averne compreso e accettato le modalità e finalità di trattamento
    Acconsento al trattamento dei miei dati per finalità promozionale e di marketing
    Acconsento al trattamento dei miei dati per ricevere comunicazioni personalizzate (profilazione)

    error: COPYRIGHT myfacexpert.it