Perché il paradenti è un valido alleato di chi fa sport?

Gli sport, soprattutto quelli di contatto come pallacanestro, pallavolo, calcio, rugby ed equitazione, sono spesso esposti al rischio di traumi dentali. Pensiamo alle possibili cadute o agli scontri con altri giocatori. In occasione di partite e allenamenti, le Linee Guida Nazionali del Ministero della Salute raccomandano fortemente l’utilizzo di paradenti per prevenire i traumi dentali nei soggetti in età evolutiva. Ma cos’è esattamente un paradenti? Perché è così importante indossarlo?

Perché il paradenti è un valido alleato degli sportivi?

Con l’espressione paradenti si intende un dispositivo per la protezione di denti, labbra e gengive (ovvero i tessuti duri e molli del cavo orale) durante lo sport. L’odontoiatra o l’ortodontista, insieme al personale dei centri sportivi, è tenuto a consigliare l’uso del paradenti e a informare sui suoi benefici a lungo termine. Questa protezione è infatti particolarmente raccomandata durante la pratica di sport di contatto perché, senza essere di disturbo, riesce ad ammortizzare eventuali traumi, disperdendo le forze dell’impatto e salvaguardando i denti e l’articolazione temporo-mandibolare. Inoltre, è ancora più importante che chi ha gli incisivi superiori sporgenti utilizzi sempre il paradenti. L’errata inclinazione dei denti li rende infatti più esposti all’esterno e quindi agli impatti: per questo vanno protetti con maggiore attenzione.


Quali caratteristiche deve avere un paradenti?


Perché il paradenti protegga in modo efficace è necessario che soddisfi questi requisiti:

  • i materiali che lo costituiscono devono avere una consistenza e uno spessore adatto ad ammortizzare eventuali impatti e colpi e a distribuire le forze;
  • la sua estensione deve coprire non solo i denti ma anche le gengive;
  • deve proteggere i denti anteriori ma anche la parte masticante dei denti posteriori (i colpi durante le attività sportive possono infatti arrivare da davanti ma anche dal basso);
  • il dispositivo deve essere confortevole al contatto con la bocca e deve consentire di poter respirare tranquillamente.

Quali sono le tipologie di paradenti?

I paradenti, realizzati con materiale plastico resistente ma flessibile, rientrano in tre categorie:

  • Standard (o preformati): il paradenti standard è un dispositivo già preformato, pertanto non si modella in base alla bocca. Infatti, anche se fornisce protezione, a causa della sua forma inesatta può interferire con il linguaggio o la respirazione. Inoltre, non agganciandosi ai dente, per portarlo va tenuto fisso serrando la bocca. Questa tipologia di paradenti, più semplice ed economica, si addice per quanti lo utilizzano occasionalmente e si può trovare nei negozi sportivi o nelle farmacie.
Paradenti standard
  • Termoplastici (o semi-personalizzati):se si pensa di utilizzarlo con più costanza, si può acquistare un paradenti preformato e, dopo averlo fatto bollire in acqua per alcuni minuti, personalizzarne il morso mordendo la plastica quando è ancora abbastanza calda.
  • Su misura (o personalizzati):indubbiamente si tratta della tipologia di paradenti più confortevole in quanto realizzata su misura, sull’impronta delle arcate dentali o sulle scansioni ottiche e poi consegnati dai laboratori odontotecnici specializzati a dentisti e ortodontisti perché li verifichino sul paziente. Questo tipo di paradenti, più costoso dei precedenti, è in grado di offrire stabilità, protezione e comfort durante tutte le attività sportive.

La manutenzione del paradenti

È importante che lo sportivo, che sia un bambino o un adolescente, abbia cura non solo della propria igiene orale ma anche di quella del paradenti. Inoltre, durante i controlli semestrali dal dentista o dall’ortodontista, si consiglia anche di far verificare al professionista lo stato di usura del dispositivo. I paradenti andrebbero infatti sostituiti dopo ogni stagione sportiva perché si consumano facilmente e possono diventare meno efficaci.

Comitato Editoriale FACExphttp://www.facexp.it
FACExp – Experts in Orthodontics è una Associazione di Dentisti e Ortodontisti contraddistinta da una lunga e continua formazione nazionale e internazionale post laurea orientata al campo ortodontico. I Centri FACExp sono costantemente aggiornati su innovazione tecnologica e progresso scientifico in grado, così, di offrire una consulenza altamente specializzata con risultati predicibili.

LEGGI ANCHE

Quando fare la prima visita ortodontica?Cosa sono le malocclusioni?

Lo specialista che si occupa del sorriso di bambini e adulti è l’ortodontista, un dentista specialista in ortodonzia, la branca che si occupa di...

Denti sporgenti: quali sono le cause e i rimedi?

In condizioni normali, i denti incisivi superiori si appoggiano agli incisivi inferiori coprendoli di 3-4 millimetri, come il coperchio di una scatola. Malocclusione ...

Traumi dentali: come affrontare quelli sui denti permanenti?

I denti possono incrinarsi, scheggiarsi e spezzarsi per varie ragioni. Secondo le stime del Ministero della Salute, la frequenza di eventi traumatici che prevedono...

Perché il paradenti è un valido alleato di chi fa sport?

Gli sport, soprattutto quelli di contatto come pallacanestro, pallavolo, calcio, rugby ed equitazione, sono spesso esposti al rischio di traumi dentali. Pensiamo alle possibili...
error: COPYRIGHT www.myfacexpert.it